In breve

Perché sia efficace, la lotta alla violenza e alle discriminazioni deve attivare tutti i cittadini.

“Se fai PARI vinci” coinvolge in un processo partecipato insegnanti e studenti – con le loro famiglie – per affrontare questi temi dando voce ai protagonisti del mondo della scuola.

Formazione insegnanti, dialogo con esperti, lavoro in classe e sul web: questi gli ingredienti per produrre proposte concrete che saranno diffuse dagli studenti per gli studenti.

In linea con la Convenzione del Consiglio d’Europa sulla prevenzione e la lotta contro la violenza nei confronti delle donne (art. 12 e art. 14 in particolare), si propone un’azione didattica rivolta a scuole di ogni ordine e grado che risponda alle sfide poste dal divario di genere attraverso un percorso che coinvolgerà studenti e insegnanti in dialogo con ricercatrici e ricercatori. Si proporranno modelli positivi tanto per le ragazze quanto per i ragazzi per rompere gli schemi e innescare il cambiamento. Allo stesso tempo si cercherà di decostruire gli stereotipi legati al genere, spesso alla base di intolleranza e discriminazione.

Il progetto si basa su una metodologia che utilizza pratiche e strumenti esistenti combinati per massimizzarne i risultati e favorire la riflessione, il confronto e lo scambio di esperienze tra i partecipanti. A questo scopo si svilupperanno azioni offline (in classe e eventi dedicati) e online (piattaforma web dedicata, per sfruttare la capacità delle tecnologie digitali di raggiungere una diffusione su larghissima scala).

Si articolerà in 3 fasi, proponendo un percorso esperienziale per i più piccoli e di dibattito per i più grandi.







Le fasi

FASE 1 / FORMAZIONE DOCENTI

a cura di ricercatrici/tori esperti di studi delle donne e di genere e/o di metodologie didattiche. Progettata con l’obiettivo di preparare i docenti alla conduzione della fase successiva, si comporrà di:

- eventi dal vivo e webinar, per formare i docenti su tematiche di genere e metodologia di lavoro proposta
- materiali didattici a disposizione dei docenti per i) introdurre un approccio di genere nella pratica educativa ii) approfondire il tema con gli studenti


FASE 2 / LAVORO CON GLI STUDENTI

Al centro di questa fase sono gli studenti, guidati dagli insegnanti (in classe) e in costante comunicazione con ricercatrici/tori tramite la piattaforma web per:

- affrontare il tema del gender gap e dei pregiudizi di una cultura che percepisce le donne come inadatte a perseguire studi scientifici e a intraprendere una carriera in questo ambito. Es. evidenziare il contributo delle donne alla ricerca contribuirà a scardinare i pregiudizi sulle loro reali capacità in quest’ambito.
- mostrare le opportunità di carriera che la ricerca offre tanto agli uomini quanto alle donne. Portare l’esempio di ricercatrici di successo incoraggerà le ragazze a considerare la scienza come una possibilità concreta per il futuro.


FASE 3 / EVENTO FINALE A ROMA E RACCOMANDAZIONI

Il progetto si concluderà a Roma con un grande convegno cui parteciperanno docenti, studenti e esperti.


Workshop

Roma 24 Ottobre 2017
Dipartimento per le Pari opportunità
#
Mattino

ore 10.00 Accoglienza e Registrazione dei partecipanti al Convegno
ore 10.30 Apertura dei lavori
Saluti delle autorità
Senatrice Prof.ssa Elena Cattaneo

Luigi Berlinguer, Cultura scientifica e stereotipi di genere
Interventi
Raffaella Giustizieri, Il progetto Se Fai pari ... Vinci

Presentazione dei cortometraggi con una delegazione degli studenti che racconteranno il percorso svolto

Arturo M. Allega, Il modello culturale per il docente
Filomena Rocca, ricercatore/innovatore
Mario Fierli, Il ruolo delle tecnologie per la formazione di un docente ricercatore/innovatore
Andrea De Bortoli, La comunicazione scientifica e il public engagement

#
Pomeriggio

ore 14.30 La scuola dei piccoli e delle piccole. Comunicare la Scienza con i poster
Istituto Comprensivo Regio Parco di Torino

Andrea De Bortoli, La piattaforma di lavoro dei docenti e degli studenti

Presentazione da parte degli studenti ai media e consegna a rappresentanti istituzionali della Carta contenente le raccomandazioni degli studenti per creare una cultura che accolga valori come la parità di genere e il reciproco rispetto, e che accetti ruoli di genere non

ore 17.00 Chiusura dei lavori Luigi Berlinguer

In contemporanea la sessione Poster sui lavori fatti dai ragazzi delle scuole coinvolte

Gruppi

I Partner

Le scuole coinvolte

Gli insegnanti

I formatori

Altre risorse

I cittadini